menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritrovata a Lovaria una bomba da mortaio

Martedì mattina gli artificieri del Genio Guastatori di Udine hanno distrutto un ordigno della seconda Guerra Mondiale

Nella mattinata di martedì 2 febbraio, gli artificieri del  3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, allertati dalla Prefettura del capoluogo friulano, hanno effettuato un intervento di riconoscimento e messa in sicurezza di ordigni residuati bellici dei conflitti mondiali. 

I militari si sono recati a Lovaria, in comune di Pradamano, dove, la ditta impegnata nella bonifica del canale di scolo che scorre nel limitare del cimitero del paese ha segnalato alla locale Stazione dei Carabinieri la presenza di un presunto ordigno bellico. Il team EOD del Reggimento, specializzato nella bonifica di ordigni inesplosi, ha effettuato l’attività di riconoscimento dello stesso, che si è rilevato essere una bomba da mortaio calibro 60 mm di fabbricazione italiana della seconda Guerra Mondiale. Il residuato bellico è stato messo in sicurezza e lasciato in custodia ai Carabinieri di Pavia di Udine.

Sarà compito della Prefettura di Udine dare indicazioni sulla tempistica per la distruzione finale dell’ordigno bellico e una volta ricevuto il nulla contro, i militari dell’Esercito metteranno in campo tutte le predisposizioni di sicurezza necessarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento