Tempo scaduto per i dipendenti della Bob Martin

Cinque gli imprenditori interessati a rilevare la storica sede produttiva ex Encia e Nestlè. Ora però c'è il rischio concreto del fallimento e dell'espropriazione forzata

Oggi, 16 ottobre, dovrebbe scattare la procedura di licenziamento collettivo previsto per i 70 dipendenti della Bob Martin di Udine. Ieri, infatti, è scaduto il periodo di moratoria concordato fra i lavoratori, l'azienda e i sindacati che avrebbe concesso ad una decina di persone di continuare a lavorare e - contemporaneamente - alla Regione Fvg di ottenere un paio di settimane in più per cercare qualche imprenditore disposto a rilevare la sede e il terreno da 60 mila metri quadri di Sant'Osvaldo.

Cinque gli imprenditori interessati

Nessun licenziamento per adesso. I dipendenti sono ancora in attesa di comunicazioni ufficiali da parte del colosso inglese. Questo anche perché durante l'ultima riunione tenutasi in Regione, venerdì scorso, gli emissari della multinazionale non si sono presentati lasciando solo l'Api a rappresentarli.  Questa mattina dunque - come riferito da Stefano Gobbo segretario Fai Cisl Fvg - le organizzazioni sindacali si sono viste costrette ad inviare all'azienda una comunicazione di messa a disposizione dei lavoratori in quanto non era stato chiarito questo aspetto. E sempre in giornata il vicepresidente del Fvg, Sergio Bolzonello, cercherà di contattare i legali rappresentanti della Bob Martin con l'intenzione di chiarire questo e molti altri punti nebulosi, ma soprattutto per riferire che sono ben cinque gli industriali interessati ad una eventuale acquisto del sito munufatturiero per un suo riutilizzo. Fra questi, soprattutto uno sembra fortemente motivato e concreto. 

Pignoramento in corso

Alla situazione già complicata, si è però aggiunta in questi giorni un'altra grana: il pignoramento di un creditore di beni verso terzi che potrebbe complicare le soluzioni al vaglio se non gettare alle ortiche tutto il lavoro fin qui svolto. La Bob Martin potrebbe infatti cambiare le sue strategie scegliendo, ad esempio, di portare i libri in Tribunale o dichiarardo un autofallimento

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

Torna su
UdineToday è in caricamento