Bloccato palpeggiatore seriale: arrestato per violenza sessuale

Fermato un richiedente asilo ritenuto responsabile di due molestie sessuali ai danni di una studentessa e di una commessa

Nel tardo pomeriggio del 13 dicembre scorso, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gradisca d’Isonzo, in collaborazione con i militari delle stazioni di San Martino del Carso e di Villesse, hanno tratto in arresto in flagranza il 32enne Z. K., originario del Pakistan, richiedente asilo e ospite presso il C.a.r.a. di Gradisca d’Isonzo, ritenuto responsabile di violenza sessuale continuata ai danni di due giovani donne.

Nella serata l’uomo, mentre si trovava sul treno proveniente da Gorizia per Sagrado, si avvicinava ad una studentessa sedicenne che stava rientrando a casa, e, con la scusa di chiederle delle informazioni, la approcciava in maniera insistente toccandola sulle gambe. La stessa, scesa alle 18:30 circa dal treno alla fermata di Sagrado, correva verso il padre, che la stava attendendo, ed alla cui vista l’uomo si dava alla fuga a piedi. Dopo il racconto della figlia, visibilmente scossa, il padre chiamava i carabinieri che giungevano immediatamente sul posto ed iniziavano le ricerche.

Nel mentre, il sospetto era entrato in un negozio poco distante, e, sempre con la scusa di chiedere delle informazioni, si avvicinava e palpeggiava la commessa ivi presente, che subito reagiva allontanandolo. Assunta la descrizione dalle due donne, subito dopo, a poche centinaia di metri sul ponte di Sagrado, le pattuglie dei carabinieri bloccavano ed arrestavano l’uomo, che si stava dirigendo verso Gradisca.

Nella mattina del 15 dicembre 2017, il Gip del Tribunale di Gorizia, condividendo la tesi accusatoria formulata grazie alle prove raccolte, convalidava l’arresto, emettendo nei confronti dello straniero la misura della custodia cautelare in carcere.

arrestato-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento