Arriva la piccola Soleil e il Pian delle Farcadizze si ripopola

Dopo il fratellino Goran, nato due anni fa, lo scorso 20 gennaio ha visto la luce anche Soleil

Mamma Sara coccola Soleil, baciata dal fratellino Goran

Soleil è arrivata in pieno inverno a ridare vita a una delle zone meno popolose del Friuli. La piccola, nata lo scorso 20 gennaio, arriva dopo due anni dalla nascita del fratellino Goran che ha riportato un neonato maschio a distanza di più mezzo secolo a Pian delle Farcadizze.

I genitori

I genitori sono Sara Zaro e Ivica Cencic, originario di Robedischis in Slovenia e trattorista in un'azienda vitivinicola, che da qualche anno si sono trasferiti a Farcadizze ripopolando questa località tanto suggestiva quanto selvaggia in comune di Faedis. Sara è sorella di Martina Zaro, che fu la prima femmina a nascere (è del 1993) nella valle dopo 60 anni, e di Irene, nata nel 1997.

La nascita

La piccola Soleil Cencic Zaro è nata a Udine la scorsa domenica alle 21.51 e non si può dire che non goda di buona salute, visto che alla nascita pesava la bellezza di 4,055 kg. Soleil, che per tutti sarà più semplicemente Sole, arriva in una famiglia che ha compiuto una scelta di vita quasi estrema. «Ho calcolato bene i tempi per scendere in ospedale, facendomi la maggior parte del travaglio a casa dove sapevo che sarei stata più a mio agio».

La scelta di vita

«Oltre a spalare ogni giorno la neve, in questi giorni – ci racconta mamma Sara – a Farcadizze non abbiamo l’acqua perché i tubi che arrivano dalla fonte sono ghiacciati. È una cosa che succede sempre d’inverno e noi ci attrezziamo con due cisterne, mentre in estate abbiamo il problema opposto quando piove troppo poco». La 35enne è tornata a vivere lì da quattro anni dopo aver trascorso la vita a Udine, andando a lavorare nell’agriturismo del padre, ora dato in gestione a una famiglia del luogo e dove lei fa la cameriera nel fine settimana.

Farcadizze

«È un luogo difficile ma meraviglioso, tornare qui è una scelta che rifarei ogni giorno». Sara non nasconde l’orgoglio parlando della sua nuova vita. «Dopo due anni che ero tornata a Farcadizze ho conosciuto il mio compagno dando vita alla nostra famiglia. Il mio primogenito Goran, che frequenterà l’asilo sloveno e il cui nome significa “uomo di montagna”, compirà due anni ad aprile ed è già un bambino rispettoso della natura e degli animali».

La passione per i cani

Oltre a dare una mano in agriturismo, infatti, Sara ha una grandissima passione per i cani. «Oltre a offrire un servizio di pensione per cani nel periodo estivo, allevo lupi cecoslovacchi e in futuro mi piacerebbe avviare una pensione permanente nel terreno vicino alla casa che stiamo comprando». Già, perché i due, oltre a ripopolare la zona con l’arrivo dei loro figli, vogliono anche riqualificarla dal punto di vista immobiliare diventando proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento