menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capitan Valerio Bertotto vuole indietro i soldi che gli spettano

Prima udienza ieri al Tribunale di Udine del processo civile che vede come parti in causa il vecchio numero 4 delle zebrette e una rete televisiva locale. Bertotto chiede dei compensi mai ricevuti

Si parlava di facce note alla sezione civile del Tribunale di Udine. Ha avuto luogo la prima udienza in sede civile del processo che vede nella parte del presunto danneggiato Valerio Bertotto, capitano dell'Udinese che arrivò per la prima volta in Champions League.

I fatti risalgono alla stagione calcistica 2009/2010 quando, smessi gli scarpini da arcigno difensore, Bertotto aveva raggiunto un accordo con l'emittente locale Antenna 3 per  partecipare, in qualità di commentatore tecnico, alle puntate di una trasmissione calcistica.

Per questo impegno non ha però ricevuto quanto stabilito, una somma che si aggira sui 15.000 euro. Con l'assistenza dell'avvocato Roberto Mete ha così fatto causa alla rete televisiva, difesa dall'avvocato Andrea Gritti, del foro di Treviso.

Ieri, di fronte al giudice Pellizzoni, è comparso il primo teste. La prossima udineza sarà a marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Violento scontro all'incrocio, auto distrutte e 4 persone in ospedale

  • Attualità

    Coronavirus: 9 decessi, calano ricoveri e terapie intensive

  • Sport

    Crotone-Udinese 1:2 | Riparte la corsa al decimo posto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento