Distributori lungo la rete autostradale regionale: quali sono i più economici

L'osservatorio dei carburanti ha un sito dove sono compresi tutti gli impianti di distribuzione, sia quelli attivi sulla rete autostradale sia quelli della viabilità esterna

Un cartellone autostradale che segna il prezzo dei carburanti aggiornato

L’impianto di distribuzione di carburante autostradale con il prezzo più basso di tutta la A4 Trieste-Torino per quanto riguarda il gasolio (1,29 euro/litro) è in terra Veneta, nell’area di servizio di Fratta Sud, fra Portogruaro e Latisana. Il dato emerge consultando l’osservatorio dei prezzi per quanto riguarda i carburanti, (https://carburanti.mise.gov.it/) uno spazio web aggiornato costantemente e molto utile per chi viaggia spesso in autostrada. Nel sito sono compresi tutti gli impianti di distribuzione, naturalmente, sia quelli attivi sulla rete autostradale sia quelli della viabilità esterna.

Autovie Venete

Per agevolare gli utenti in transitano, anche Autovie Venete, nel sito www.infoviaggiando.it, ha messo a disposizione un servizio analogo, circoscritto alla tratta Trieste-Brescia e inoltre ha installato i cosiddetti “benzacartelloni”, maxi display che riportano i prezzi dei carburanti relativi alle 4 aree di servizio successive al punto di transito. Posizionati fra Sistiana e Duino, in direzione Venezia e fra San Donà di Piave e Cessalto in direzione Trieste forniscono a chi transita, tutte le informazioni necessarie per decidere in quale impianto fermarsi. L’aggiornamento viene effettuato ogni volta che il prezzo cambia, quindi l’utente che percorre l’autostrada sa che quello pubblicato è il più recente. Dotati di una sorta di semaforo (la luce verde accesa accanto a un prezzo indica che è quello il più basso), riportano anche l’indicazione della distanza delle aree di servizio.  A questi, entro un paio di mesi ne verranno installati altri due in A28 e A23.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il risparmio

Uno studio dell’Università Bocconi effettuato su queste installazioni, ha evidenziato che grazie alle indicazioni dei prezzi forniti dai “benzacartelloni” gli utenti delle autostrade italiane risparmiano circa 15 milioni di euro all’anno. L’adozione dei display, infatti, innesca un meccanismo di concorrenza fra i gestori e rende più dinamico il mercato. Tenendo conto che in Italia si spende – secondo le associazioni dei consumatori – il 22,4% in più della media europea per la voce carburante, l’utilizzo dei “benzacartelloni” rappresenta un ulteriore tassello nel percorso di contenimento della spesa. Autovie ricorda, infine, che anche negli impianti di carburante della rete autostradale è possibile fare rifornimento utilizzando la tessera sconto della Regione Friuli Venezia Giulia. L’agevolazione prevede un contributo regionale su benzina e gasolio per i cittadini del Friuli Venezia Giulia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • A Codroipo apre "Molo12", il ristorante di pesce di uno chef stellato

  • Covid: C'è una vittima ed è boom di contagi, in Fvg oggi sono 219 i nuovi positivi

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento