rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Osservatorio regionale antimafia Fvg

Sono 50 i beni confiscati alla criminalità organizzata in Friuli Venezia Giulia

Quaranta quelli già destinati: 32 ai Comuni e 8 a Polizia, Guardia di finanza e ministeri

Il Comune di Aquileia intende destinare tre beni confiscati alla criminalità organizzata alle associazioni del territorio, quello di Lignano Sabbiadoro ha concesso gli spazi all'Università della terza età: Invece l'amministrazione comunale di Udine è disponibile a concedere alloggi per l'emergenza profughi. In tutto, secondo quanto riportato dall'Osservatorio regionale antimafia Fvg, sono 50 i beni confiscati alla criminalità organizzata in Friuli Venezia Giulia. Di questi, 40 sono quelli già destinati. Nello specifico: 32 ai Comuni e 8 a Polizia, Guardia di finanza e ministeri. Dei 32 beni trasferiti al patrimonio dei Comuni, 18 saranno utilizzati per fini istituzionali e 14 per finalità sociali.

Le dichiarazioni

Simona Ronchi, dirigente della sede di Milano dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e che ha competenza sul Nord Italia, ha sottolineato: "I beni destinati in regione sono stati per la maggior parte correttamente utilizzati dagli enti assegnatari". Per la dirigente "sarebbe importante che le Regioni mettessero un fondo a disposizione dei Comuni per il ripristino dei beni confiscati, che spesso hanno bisogno di ristrutturazione" e snellissero la modifica delle destinazioni urbanistiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono 50 i beni confiscati alla criminalità organizzata in Friuli Venezia Giulia

UdineToday è in caricamento