Emergenza Coronavirus: studenti senza compiti, arriva la Protezione Civile

Si tratta di nove alunni del Primo Istituto Comprensivo, sedici del Secondo e quindici del Terzo

A partire da martedì prossimo (e successivamente la domenica) i volontari della Protezione Civile di Udine consegneranno una volta alla settimana i compiti che i ragazzi devono svolgere a casa direttamente presso l’abitazione delle famiglie che hanno difficoltà a stampare o a connettersi a internet. Si tratta di nove alunni del Primo Istituto Comprensivo, sedici del Secondo e quindici del Terzo. 

Voglio ringraziare - ha dichiarato l’assessore all’istruzione del Comune di Udine Elisa Asia Battaglia - la Protezione Civile per l’aiuto concreto che sta fornendo alle persone in difficoltà in questa delicata situazione. E non mi riferisco solo alla consegna di cibo o medicinali agli anziani o ai malati, ma anche al supporto ai ragazzi che devono svolgere l’attività didattica dalla propria abitazione. Oltre ai problemi organizzativi, per alcune famiglie possono emergere difficoltà di tipo pratico, come l’assenza della connessione o di una stampante, ed è qui che entra in gioco la Protezione Civile, grazie alla quale d’ora in poi sarà possibile garantire a tutti i ragazzi lo stesso materiale didattico e, con esso, il loro sacrosanto diritto allo studio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mille ordini a settimana: nessuno ferma più i friulani del delivery esotico

  • L'omino Michelin sorride ai ristoranti friulani, ecco le stelle 2021 della famosa Guida

  • Vaccino anti Covid-19, ecco il piano del Friuli Venezia Giulia

  • Dati in miglioramento: oggi la decisione del governo sul nuovo colore del Fvg

  • Nuovo record di contagi in FVG, oggi 1432 nuovi positivi e 25 morti

  • Femminicidio nella notte: uccisa una donna di 34 anni

Torna su
UdineToday è in caricamento