rotate-mobile
Mobilità / Centro / Via Cavour

Al bar di via Cavour spunta la penisola “anti ciclisti”

Per impedire alle biciclette di sfrecciare tra i tavoli è stato posizionato un tavolino con sgabelli che complica il passaggio. Non tutti sono d’accordo: “È pericoloso e limita la libertà”

In mezzo a via Cavour spunta una penisola che complica il passaggio dei ciclisti. All'altezza del bar Delser è stato infatti posizionato un nuovo tavolino – alto con sgabelli – che in parte ostruisce il passaggio diretto di pedoni e, in particolare, biciclette sulla strada. Chi transita sulle due ruote è costretto a fare una specie di gimcana per poter passare. La conseguenza più evidente è che i ciclisti non possono transitare senza rallentare di molto la velocità. Troppo stretto il passaggio. 

Cosa è successo

Questa nuova disposizione dei tavoli sarebbe stata decisa dai vigili urbani. Questo è quanto riferiscono proprio dal bar Delser. "E' stata la polizia municipale a decidere dove mettere la penisola per impedire il passaggio senza controllo di biciclette e monopattini” riferiscono dal locale. “Noi abbiamo fatto numerose segnalazioni perché la situazione era diventata insostenibile e pericolosa. In questo tratto, soprattutto la mattina presto, passano ciclisti ad una velocità fuori misura. Quando si sono presentante le forze dell'ordine hanno preso atto della situazione ed è stata fatta una variazione al perimetro della zona che possiamo occupare come suolo pubblico con i nostri tavolini".  Dal bar chiudono dicendo: "Ora speriamo che aumentino anche i controlli, perché non c’è cultura qui in città. Sono ancora troppi i ciclisti indisciplinati. Questa nuova disposizione della penisola sarà anche un deterrente per non correre velocemente in zona pedonale. Ma abbiamo già avuto da discutere con alcuni passanti”.

Le polemiche

Di diverso avviso alcuni cittadini che questa mattina si sono trovati a percorrere la via. L’opinione più diffusa, almeno secondo alle reazioni che abbiamo raccolto, è che questa sistemazione potrebbe costituite un pericolo per chi va in bicicletta. “Mi sono trovato davanti questo tavolino, ho quasi perso il controllo della bicicletta nonostante stessi andando ad una velocità corretta per una strada pedonale – ci dice un cittadino che lavora nelle vicinanze –. Non credo si possa ostruire in questo modo la via”. C’è anche chi si è posto il problema di dove potrebbero passare i soccorsi in caso di necessità. Un'altro passante sottolinea: “Non mi sembra giusto che per mettere dei tavolini di un bar su due lati della carreggiata venga quasi completamente impedito il passaggio. I pedoni possono tranquillamente andare sotto il portico, ma con le bici non è possibile. Trovo che sia una vera limitazione della libertà”. Alcuni degli intervistati si sono trovati d’accordo sul fatto che ci sono ciclisti corrano ad una velocità troppo sostenuta in centro storico senza rispettare sensi unici e passaggi pedonali, con una totale noncuranza delle regole del codice della strada. Ma la soluzione trovata, ovvero di ostacolare il passaggio in Cavour, non sembra essere stata accolta con favore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al bar di via Cavour spunta la penisola “anti ciclisti”

UdineToday è in caricamento