menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FOTONOTIZIA Nostalgie sovietiche in Chiavris con la bandiera rossa

In un balcone del quartiere a nord del centro città viene esposto il drappo che riuniva le quindici repubbliche socialiste, protagoniste tutte assieme di una delle storie più grandi e controverse del '900

I ricordi dell'Urss sembrano vivere anche a Udine. Ufficialmente il colosso sovietico, che ebbe vita nel 1922 - a distanza di 5 anni dalla Rivoluzione d’ottobre -, finì la sua esistenza nel 1991. La memoria e i richiami nostalgici, per tutto quello che quella storia ha rappresentato, non smettono però. Anche nel quartiere di Chiavris (un tempo, assieme alla vicina Paderno, a forte matrice ‘rossa’) non ci si dimentica della vicenda, almeno per quello che riguarda la manifestazione dei simboli. È così che qualcuno, al balcone di casa, espone la bandiera che fu di Lenin allo sguardo dei passanti. Curioso notare che di fronte al palazzo ci sia una scuola materna parrocchiale. "Tra il sacro e il profano", verrebbe da commentare, ovviamente con la libertà di scegliere cosa rappresenti per ogni individuo l'uno e l'altro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento