Cronaca

Soldi falsi per stritolare i piccoli commercianti, scoperta la coppia

Vittime del raggiro esercizi commerciali che, a fronte di acquisti di piccolo valore, davano il resto in soldi veri

banconote false

Un uomo e una donna sono stati identificati come gli autori di un raggiro ai danni di cinque esercizi commerciali dell'hinterland udinese con banconote false, grazie alle accurate indagini della sezione operativa dei carabinieri della compagnia di Udine, coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo friulano.

Lo scorso mese di gennaio, la donna ha speso banconote fasulle, da 50 e da 100 euro, in un bar, edicole, tabaccherie e cartolerie, in cinque comuni dell'hinterland Udinese, della bassa friulana e del medio friuli.  Approfittando delle disposizioni anticovid, la signora si nascondeva bene il volto grazie alla mascherina obbligatoria. Fuori l'aspettava il complice con una macchina di grossa cilindrata. Una volta fatto l'acquisto, spesso di piccolo valore, e, ricevuto il resto in banconote vere, i due si allontanavano frettolosamente dal luogo della truffa.

Si tratta di una coppia di cittadini di origini Rom: una 33enne e un 38enne, entrambi residenti a Udine, entrambi con numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, denunciati in stato di libertà per spendita di banconote false. Le indagini hanno portato a identificare entrambi grazie all'acquisizione di numerosi fotogrammi estrapolati dai filmati delle telecamere di videosorveglianza, pubbliche e private. Fondamentale anche la collaborazione delle vittime e dei testimoni presenti al momento dell'utilizzo delle banconote false. 

Le banconote sono state successivamente sequestrate e, presentate alla filiale della banca d'Italia di Trieste, sono state dichiarate false.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi falsi per stritolare i piccoli commercianti, scoperta la coppia

UdineToday è in caricamento