Al Malignani di San Giovanni al Natisone donati 15 pc e un server

La Banca di Credito Cooperativo di Manzano ha donato i sistemi informatici per consentire agli alunni di esprimere al meglio la propria creatività. Un'occasione per rilanciare il 'Distretto della Sedia'

La Banca di Credito Cooperativo di Manzano ha ammodernato l’aula informatica dell’Istituto Malignani di San Giovanni al Natisone. Un’operazione utile, secondo l'amministrazione della filiale, per guardare al futuro con il rilancio del Distretto della Sedia tramite gli strumenti adeguati per preparare i ragazzi e far esprimere loro creatività e talento. 

La Banca ha riammodernato l’aula informatica della scuola professionale, donando 15 personal computer e un server. Grazie alle  15 nuove postazioni informatiche, gli studenti del Malignani potranno cimentarsi con i più attuali software per il disegno Cad/Cam 3D e per il calcolo. 

La cerimonia di consegna delle nuove apparecchiature informatiche è avvenuta questa mattina, alla presenza del dirigente scolastico Ester Iannis, del presidente di Banca Manzano Silvano Zamò, del direttore Angelo Zanutto, del presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini, del sindaco di San Giovanni al Natisone Franco Costantini, del presidente dell’Asdi Sedia Giusto Maurig, del rappresentante di Confindustria Udine Roberto Ganzini e del presidente del gruppo giovani di BCC Manzano Carlo Piemonte

La dirigente Iannis ha ricordato come “nei suoi 60 anni di storia, BCC Manzano sia sempre stata attenta alle esigenze del territorio, permettendo la realizzazione di progetti sinergici tra le istituzioni che spesso hanno avuto una ricaduta positiva sul territorio sia da un punto di vista economico che sociale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obiettivo, secondo il presidente della banca Zamò, è quello di dare supporto allo sviluppo sociale e culturale del territorio: “È un compito statutario per la nostra Banca - ha affermato – abbiamo quindi accettato di buon grado la sponsorizzazione di questa iniziativa, in quanto crediamo che investire in formazione sia un passo verso il futuro. Continueremo a sostenere questa scuola e la sua offerta formativa per il bene del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento