I bambini di Mereto di Tomba presenti a Udine durante il “meeting di pace”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Anche il Comune di Mereto di Tomba sarà presente all'evento di Udine "Meeting di pace" che si terrà venerdì 17 aprile e che prevede l'arrivo in città di quasi 4000 studenti provenienti da tutta Italia per riflettere sul tema della pace.

L'amministrazione comunale, dopo aver aderito nei mesi scorsi al CRELP (Coordinamento Regionale Enti Locali per la Pace), ha subito accolto con interesse la proposta di coinvolgere scuole e associazioni del proprio territorio al fine di iniziare un percorso di riflessione durato molti mesi su un tema così fondamentale soprattutto per il futuro delle nuove generazioni.

"Parteciperemo alla marcia per la pace e alle attività laboratoriali presentando il frutto del lavoro dei bambini della scuola dell'infanzia di Tomba di Mereto e dei consiglieri del Consiglio Comunale dei Ragazzi, con l'orgoglio di essere presenti come unica scuola dell'infanzia e CCR (Consiglio dei ragazzi) di tutta Italia"- afferma Paola Fabello, consigliere delegato all'Istruzione e alle politiche sociali del Comune di Mereto- "Il lavoro fatto negli ultimi mesi ci ha permesso di riflettere sulla pace attraverso gli occhi dei più piccoli, ma allo stesso tempo di condividerne il valore con le loro famiglie, con il mondo della scuola e delle associazioni, consapevoli che per fare pace sarà necessario ricostruire assieme una cultura della pace e della solidarietà partendo dalle nostre comunità."

Alla marcia che partirà alle 15.00 da piazzale XXVI luglio a Udine, parteciperanno diversi membri del Consiglio Comunale e anche il Sindaco Massimo Moretuzzo, che aggiunge: "in un momento storico in cui le guerre stanno colpendo milioni di persone nell'indifferenza di gran parte delle istituzioni internazionali, l'educazione alla Pace riveste oggi un ruolo fondamentale e deve tradursi in tante piccole azioni di giustizia e solidarietà nei nostri territori".

Torna su
UdineToday è in caricamento