menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoppia il boiler in bagno: bambina di 10 anni gravemente ustionata

L'incidente si è verificato a Travesio, in provincia di Pordenone. La minorenne avrebbe cercato di alimentare lo scaldabagno con dell'alcol, provocando un feroce ritorno di fiamma che l'ha colpita in maniera seria

Una bambina di 10 anni si è ustionata gravemente le mani e il volto per un ritorno di fiamma che ha fatto esplodere il boiler dello scaldabagno che stava tentando di accendere. L'incidente è avvenuto attorno alle 15:30 a Travesio (Pordenone).

Da quanto si è appreso la piccola, che era in casa con le due sorelline di sei e tre anni, con alcol ha cercato di alimentare il boiler dello scaldabagno alimentato a legna per ottenere acqua calda e poter fare una doccia. Il tentativo ha causato, però, una deflagrazione udita in tutto l'isolato e che ha richiamato in casa alcuni vicini, che hanno prestato i primi soccorsi.

La bimba è stata trasferita d'urgenza in elicottero all'ospedale di Udine: non sarebbe in pericolo di vita ma le sue condizioni sono gravi. Indagini in corso da parte dei carabinieri della stazione di Meduno (Pordenone) per accertare eventuali responsabilità sia per l'incidente sia per l'eventuale abbandono dei minori. I genitori, originari del Burkina Faso, si trovavano al lavoro essendo impiegati come operai in fabbriche della zona.

(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento