menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bambina morta in piscina: il padre è indagato per omicido colposo

Due anni fa la piccola Aurora Vulcano perdeva la vita in un locale di Premariacco, durante una giornata in piscina. Archiviate le posizioni aperte nei confronti degli amministratori comunali

Serviranno nuove indagini per chiarire le cause della morte di Aurora Vulcano, la bambina di 7 anni annegata nella piscina del circolo "W la" di Premariacco l'11 luglio di due anni fa. Lo ha deciso questa mattina il Gip del Tribunale di Udine, Paolo Lauteri.

Il Gip ha archiviato le indagini a carico degli amministratori comunali Rocco Ieracitano, Roberto Trentin e Marino Bucovaz, e ordinato l'iscrizione nel registro degli indagati del padre della minore, Valentino Vulcano, di 44 anni, con l'ipotesi di omicidio colposo, con lo scopo di garanzia.

Il giudice ha ordinato al Pm nuovi accertamenti, nel fascicolo aperto a carico del padre e dei gestori della piscina. Pe rfarlo servirà una consulenza o una perizia, in modo da capire se la bambina sia morta per congestione e se, nel caso in cui la struttura fosse stata dotata di personale di salvataggio e attrezzature di primo soccorso, si sarebbe potuto evitare la tragedia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento