Crema idratante per medici e infermieri, una donazione da oltre 50mila euro

L'azienda udinese Bakel ha donato 350 confezioni di un siero per lenire le irritazioni al volto del personale sanitario delle terapie intensive dell'ospedale di Udine

L'immagine che l'infermiera toscana Alessia Bonari ha postato sui social con le irritazioni sul viso

Tra le varie azioni di solidarietà e beneficenza che si stanno sommando in questo grande momento di difficoltà, non è mancato un pensiero particolare rivolto in special modo al personale medico e sanitario impiegato nelle terapie intensive dell'ospedale di Udine. Niente medicinali o soldi per macchinari: la Bakel, azienda produttrice di prodotti dedicati al benessere, ha donato 350 confezioni (pari ad un valore di 54.000 euro) di siero lenitivo (Q10 B5).

La crema idratante

Il siero è stato inviato per essere applicato sul volto irritato dei medici e infermieri che indossano il materiale protettivo, necessario e indispensabile per tutti gli operatori sanitari. La donazione è stata accompagnata da un video messaggio in cui Raffaella Gregoris – fondatrice di Bakel – ringrazia personalmente tutto il personale impegnato nelle terapie intensive. «Ho trascorso tanto tempo nei laboratori e conosco le condizioni nelle quali si lavora e l’attenzione che si deve porre in ambienti sterili e incontaminati, mi auguro che il personale dell’ospedale di Udine impiegato nell’emergenza COVID 19 abbia un momento da dedicarsi dell’attenzioni che possano assicurare loro un beneficio fisico».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bakel ha anche deciso di donare 30 euro per ogni prodotto Elastin venduto on line, da destinare al progetto RESPIRO CON TE di Milano Natura, per l’acquisto di 9 ventilatori urgenti (valore 76.783 euro) per poter intubare i pazienti colpiti da polmonite e ricoverati all’Ospedale Humanitas di Rozzano in provincia di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Coronavirus, oltre 500 contagi in regione, 4 morti a Udine

  • Coronavirus, il dettaglio su contagiati, decessi e dove sono i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento