menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Obbligava i compagni di scuola ad acquistare droga da lui a soli 15 anni

Il ragazzino, temuto per il suo fare da bullo, è stato segnalato alla Procura dei minori dopo l'intervento del Commissariato di Polizia di Cividale

Obbligava gli altri studenti a comprare la marijuana da lui, creando un clima di terrore all’interno della scuola. È quanto hanno scoperto in un istituto scolastico gli agenti del Commissariato di Cividale, su segnalazione di un insegnante. Un quindicenne, considerato 'leader' della scuola, avrebbe spacciato o tentato di spacciare con insistenza marijuana ai suoi compagni.

LA SEGNALAZIONE. A far scoprire la vicenda è stata la prontezza dell'insegnate, al quale un ragazzino in lacrime aveva confessato di aver acquistato una dose dal suo compagno di scuola. Alla Polizia l'adolescente ha confidato di aver pagato 15 euro al “bullo”. Dai racconti degli altri studenti è emerso che il prevaricatore avrebbe avvicinato in maniera insistente più compagni per indurli all’acquisto di stupefacente, al punto che uno, per sottrarsi alle richieste, si sarebbe addirittura finto malato il giorno in cui ci sarebbe dovuto essere lo scambio.

I RISULTATI. Il baby spacciatore è stato trovato in possesso di uno strumento per macinare la marijuana, ed è stato segnalato alla Procura dei minori. La Polizia ha quindi chiamato i genitori degli altri ragazzi per informarli dell'accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento