menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baby gang udinese minaccia un minorenne tentando di incendiargli casa

Due componenti del gruppo avrebbero cercato di vendicarsi per una presunta soffiata da parte del ragazzo, che avrebbe consentito alla Polizia di arrestare altri membri della banda e sequestrare una pistola e dello stupefacente

Rapina, estorsione e danneggiamento seguito da incendio: le accuse riguardano due ragazzi membri di una baby-gang, di cui uno minorenne, che lo scorso 18 gennaio si sono vendicati contro un 15enne a causa di una presunta delazione.

Il giorno prima due fratelli, componenti della banda, si sono visti piombare in casa gi uomini della Polizia, che li hanno arrestati sequestrandogli una pistola e un etto di marijuna.

Il giovane colpito è stato identificato così come la spia, e pertanto gli sarebbero stati sottratti il cellulare e 400 euro in contanti, come “rimborso” dello stupefacente sequestrato.

I due avrebbero avvicinato il quindicenne nella zona dell’autostazione,  minacciandolo di un pestaggio se non gli avesse consegnato il denaro e il telefono per rimediare al danno causato dalla sua "soffiata".

Successivamente l'avrebbero seguito a casa per ottenere quanto richiesto, tentando addirittura di incendiare il terrazzo dell'abitazione del giovane con della benzina  a scopo intimidatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, contagi e decessi sono in aumento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento