rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Via Piave, 16

Mancato pagamento degli incentivi, aziende sanitarie udinesi convocate in Prefettura

Stato di agitazione nella sanità udinese e richiesta di incontro all’Assessore Riccardi

La Fsi-Usae del Friuli Venezia Giulia scende in campo. In qualità di agente contrattuale, nel rilevare che l’azienda Asui Udine e la Aas3 hanno fatto sapere alle organizzazioni sindacali e ai dipendenti che non intendono corrispondere gli incentivi, le suddette aziende sono state convocate davanti al Prefetto di Udine per le relative procedure conciliative. E' stato chiesto, inoltre, un incontro urgente con l’assessore regionale Riccardi per la valutazione di insieme della situazione del Sistema Sanitario Regionale che da più parti è definito come grave.

“Le scelte politiche sbagliate non ricadano sul personale che colpe non ne ha - afferma il segretario generale Bonazzi, che aggiunge- . Non si taglino gli stipendi (già bassi) del personale in virtù di riforme velleitarie e sbagliate. Noi non abbiamo condiviso le scelte che la giunta Serracchiani ha trasfuso nella sua riforma del Sistema Sanitario Regionale e ci è stato chiaro sin dall’inizio che depauperare il territorio udinese in quel modo (con la suddivisione territoriale convulsa che si è attuata) avrebbe portato ad un impoverimento dell’azienda che è sempre stata la punta di diamante della regione, con tutte le conseguenze del caso. Ora si parla di cambiare la riforma: bene, diciamo noi, ma si faccia tenendo conto di tutte le specificità di questa regione ivi comprese quelle degli operatori che nel frattempo hanno consolidato ed accresciuto le proprie competenze. Vediamo comitati spuntare ovunque, non è un bel segnale. Noi – in ogni caso - abbiamo parecchie idee da mettere sul tappeto. Aspettiamo di confrontarci.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancato pagamento degli incentivi, aziende sanitarie udinesi convocate in Prefettura

UdineToday è in caricamento