rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Ordine Avvocati Udine / Centro / Largo Ospedale Vecchio

Più di 30 avvocati di Udine in azione per aiutare i profughi ucraini

Il consiglio dell’Ordine degli avvocati del capoluogo friulano ha attivato un "Contact Point" con un team legale esperto per aiutare i rifugiati, soprattutto i minori non accompagnati

Un servizio di supporto per i cittadini ucraini in fuga dalla guerra che intendono fermarsi in provincia di Udine: per questo è stato istituito un Contact Point per l’Ucraina al quale hanno già aderito più di 30 avvocati del foro di Udine. Il team di legali si occuperà di diversi problemi: il riconoscimento dello stato di rifugiato, l'assegnazione di un alloggio, il sostegno alimentare, la cura sanitaria, il ricongiungimento familiare e altro, con particolare riferimento alle necessità dei minorenni che arrivano in Italia da soli. I legali che hanno aderito all'iniziativa sono competenti in immigrazione e diritto degli stranieri e minorenni.

"Nei giorni scorsi, - ci racconta il presidente degli avvocati di Udine Massimo Zanetti - il vicepresidente degli avvocati ucraini, Valentyn Gvodziy, ha fatto pervenire un videomessaggio a tutti gli ordini del nordest italiano, quando ancora le comunicazioni erano attive. Ci ha descritto una situazione drammatica. Molti colleghi non hanno più né casa né studio perché distrutti dalle bombe. Come avvocati cercheremo di dare sostegno su più fronti, assecondando le richieste di aiuto dei nostri colleghi ucraini, che ci chiedono fortemente di tenere alta l'attenzione nei loro confronti". Nel frattempo, sono stati anche deliberati 10mila euro in aiuto dei colleghi ucraini da parte di avvocati di tutto il nordest italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 30 avvocati di Udine in azione per aiutare i profughi ucraini

UdineToday è in caricamento