menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un autodromo a Premariacco? Si deciderà in Consiglio il 2 luglio

La pista prevista avrà un tracciato lungo 5 chilometri e presenterà delle similitudini con quella più famosa di Imola. Sulla questione verranno sentiti i cittadini tramite un referendum

Dopo le voci sulla possibile realizzazione di un autodromo in comune di Premariacco, il Consiglio Comunale sarà chiamato ad esprimersi ufficialmente in merito nella prossima riunione del 2 luglio. “Al momento – spiega il sindaco Ieracitano – si tratta di un passo formale, discusso insieme ai capigruppo di minoranza. Pur essendo stati votati ed eletti per decidere ed amministrare, ci è sembrato doveroso su questo progetto importante assumerci l’impegno di coinvolgere tutta la comunità.” Il progetto dell’autodromo di Premariacco è nato da un gruppo di privati all’indomani del primo stop a quello previsto in comune di Mortegliano, che ora pare si stia riavviando. Si tratta di una pista di 5 km, più o meno simile per dimensione alla pista di Imola.
 
“E’ un progetto impattante - prosegue Ieracitano – ed evidentemente di carattere regionale se non nazionale. Per questo motivo l’ordine del giorno prevede anche il coinvolgimento delle amministrazioni confinanti”. Saranno circa 70 gli ettari di terreno sui quali dovrebbe sorgere il circuito, spingendosi verso la frazione di Orzano e la Statale 54 in comune di Moimacco. “Potrebbe essere una buona opportunità per nuovi posti di lavoro – conferma il sindaco – e per un turismo diverso e di nicchia, considerato che si prevede anche la realizzazione di una arena per i concerti all’aperto.”
 

Il circuito sarebbe funzionante tutto l’anno e non solo nei fine settimana, e potrebbe ospitare gare, prove tecniche, scuola di guida sicura e altre attività legate alle auto e alle moto. “Nella conferenza dei capigruppo che ha portato alla definizione dell’ordine del giorno – conclude Ieracitano – è emersa una condivisa preoccupazione ed una unanime volontà di sentire l’opinione dei cittadini su un progetto che potrebbe trasformare l’economia ed il tessuto sociale del comune.”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento