menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oggi il primo giorno tra i banchi con l'obbligo vaccinale

Pochissime le autocertificazioni consegnate questa mattina alle scuole elementari, negli asili nido e nelle scuole dell'infanzia. Il vademecum per i genitori distratti

Primo giorno sui banchi per i piccoli del Friuli Venezia Giulia. Poche le autocertificazioni, le certificazioni o le copie dei libretti (rilasciate dalla dall’Azienda Sanitaria) consegnate questa mattina dai genitori degli alunni che frequentano la scuola primaria (il termine ultimo scade però entro il 31 ottobre). Ma soprattutto sono state pochissime quelle depositate dai genitori dei più piccoli, negli asili nido e nelle scuole dell'infanzia, dove era prevista la consegna dei documenti entro la giornata odierna (anzi, entro la giornata di ieri stando ad un errore della stessa circolare del Miur). I più impreparati, ovviamente, gli stranieri con difficoltà linguistiche. 

Insomma, la legge nazionale n.119 (del 31/07/2017) che ha introdotto l'obbligo vaccinale per i minori di età 0-16 anni (e i minori stranieri non accompagnati) non parte proprio con il piede giusto. Molti i fattori imputabili: la poca informazione, avvenuta esclusivamente tramite la stampa, il fatto che non siano stati ancora ufficialmente avvisati i genitori, con mail o lettere intestate, e l'impreparazione degli stessi docenti che questa mattina non sapevano se raccogliere o meno le carte di chi almeno si era adoperato per la consegna. Infatti, mentre alcuni insegnanti hanno preso in carico la documentazione sospirata, altri hanno invitato i genitori a portare la documentazione presso la segreteria dell'istituto comprensivo competente. 

Ricordiamo che l’obiettivo del decreto legge è contrastare il calo delle vaccinazioni e l'insorgenza di epidemie, come quelle attualmente in corso in Italia (oltre 4.000 casi di morbillo con 3 decessi nel 2017), e prevede, riassumendo, quanto segue: il bambino che frequenta i servizi per l'infanzia e gli istituti non soggetti all'obbligo scolastico (asili nido e nelle scuole dell'infanzia) ha l'obbligo di avere il libretto vaccinale in regola, pena l'esclusione. Nella scuola dell'obbligo, invece, dove il diritto allo studio è superiore a quello "vaccinale", chi presenta immunizzazioni non in regola verrà invitato dall'Azienda Sanitaria ad effettuarle. E' prevista per i genitori inadempienti una multa che può arrivare fino a 500 euro. 

Terminati i lavori alla Ellero, inaugurato l'anno scolastico

Il vademecum per i genitori

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È di nuovo zona arancione, ecco cosa succede da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento