"Autista colpito al volto e alle gambe, gli hanno rotto il telefono mentre chiamava i soccorsi"

Valentino Lorelli della Filt Cgil di Udine chiarisce quanto accaduto alla stazione delle corriere di Tolmezzo con l'aggressione all'autista di una corriera

"Risulta che l’autista non abbia messo le mani addosso a nessuno. Al contrario è stato colpito al volto e alle gambe! In più gli è stato rotto il telefono cellulare che stava utilizzando per chiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Questi sono i fatti". La precisazione è riferita è a quanto verificatosi martedì sera alla stazione delle corriere di Tolmezzo, in seguito a un diverbio originatosi tra il conducente di un mezzo e degli studenti, e arriva da Valentino Lorelli della Filt Cgil di Udine. 

Vittima 

«L’autista non è andato contro nessuno – prosegue Lorelli –, tantomeno contro gli studenti. Era sul posto di lavoro per adempiere al proprio dovere nello svolgere un servizio particolarmente importante per la collettività, soprattutto nelle aree montane e disagiate e che si rivolge specialmente alle fasce più deboli della popolazione».

Aggressioni ripetute

«Purtroppo dobbiamo constatare – chiude Lorelli –, che nonostante le denunce e le proposte fatte, il personale viaggiante e di scorta degli autobus e dei treni è ripetutamente esposto ad aggressioni fisiche e verbali. Chiediamo l’attivazione di un tavolo di tutti i soggetti  e le autorità interessate per porre in essere tutti i provvedimenti indispensabili per porre fine a questo fenomeno insopportabile».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento