Dall'Eurotech di Amaro un supercalcolatore per le automobili intelligenti

Grazie alla tecnologia dell'azienda friulana, le vetture potranno guidare da sole: il tutto grazie ad "Aurora Hive"

Eurotech lancia la nuova versione di Aurora Hive: il supercalcolatore raffreddato ad acqua, ora disponibile in questa nuova variante che, per misura (è delle dimensioni di una scatola da scarpe) e prestazioni di calcolo eccellenti, è in grado di rendere ‘intelligenti’ i mezzi mobili, consentendo quindi alle automobili di guidare da sole.

Infatti, è attraverso un supercalcolatore miniaturizzato che le automobili, oggi in via sperimentale, e in un futuro che è alle porte, possono e potranno pilotare in autonomia, senza l’ausilio umano.

Secondo la legge di Moore, si ipotizza il periodo fra il 2020-2025, come il più plausibile per la nascita dell’auto che guiderà effettivamente da sola: senza nemmeno il monitoraggio o il controllo da parte dell’uomo.

Moore ha affermato che la complessità di un microcircuito, misurata, ad esempio, con il numero di transistor per chip, raddoppia ogni 18 mesi. Partendo dalla legge di Moore, Kurzwail ha estratto un’altra legge generalizzata di crescita esponenziale della potenza di calcolo. 

Partendo da questi presupposti: un supercalcolatore moderno, tra il 2020 e 2025 raggiungerà una dimensione compatibile con la produzione in serie di auto autonome nella guida, oltre che, e soprattutto, raggiungerà in quel momento, un costo consono al mercato delle auto consumer, come oggi lo conosciamo.

Eurotech ha messo a punto e sta continuando a migliorare, ogni giorno,  le prestazioni di Aurora Hive (Hive che significa  ‘alveare’: sta ad indicarne la modularità a celle del supercalcolatore). La potenza di calcolo di questo supercalcolatore firmato Eurotech, già oggi - per dimensioni e consumo di energia -  è molto vicina all’obiettivo: rendere intelligente un’auto, e cominciare oggi a fare test di apprendimento di guida nel traffico, senza l’ausilio di nessun pilota.

Ogni modulo di Auroa Hive, ha le dimensioni di una scatola da scarpe, o poco più, ed è dotato di una potenza di calcolo di oltre 45 mila miliardi di operazioni con la virgola al secondo. Un prototipo di Aurora Hive, in versione convenzionale da data center (non miniaturizzata) si trova in Germania, presso l’Università di Ratisbona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le auto senza pilota, che sembravano impossibili da concepire e realizzare fino a pochi anni fa, ora, sono alle portata – spiega Roberto Siagri, presidente di Eurotech – per realizzarle è necessario disporre di supercalcolatori con la potenza di calcolo equivalente ad una mente umana, con dimensioni, consumi energetici e costi consoni a quelli di un’automobile del mercato ‘consumer’, così come la conosciamo. Secondo la legge di Moore, generalizzata: il puzzle si comporrà tra il 2020-2025. Eurotech, con il supercalcolatore Aurora Hive, sta facendo da apripista, segnando la strada di questo imminente traguardo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento