Gli studenti ridisegnano l'attico di Udine confiscato alla mafia

Una convenzione tra il Comune di Udine e l'istituto Marinoni prevede che siano gli studenti a pensare una nuova destinazione d'uso, a scopo sociale, per l'immobile

Da una parte un bene confiscato alla mafia, dall'altra un gruppo di studenti. Nel mezzo l'idea di pensare a un uso sociale di un immobile dal passato illegale.

Il progetto

Nel 2008 è stato confiscato un attico nel palazzo Moretti di Piazzale Osoppo. Attualmente messo in affitto, l'appartamento vedrà una nuova vita grazie al progetto che vede protagonisti gli studenti del Marinoni. A loro, infatti, il compito di riprogettarlo per farne un luogo con destinazione sociale dopo la convenzione stipulata tra il Comune di Udine e l'istituto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 10 luoghi particolari per scoprire una Udine insolita, poco conosciuta e bellissima

  • Il miglior frico del Friuli è in un bar della montagna

  • Selvaggia Lucarelli contro il meccanico anti migranti di Plaino

  • Incidente mortale sulla strada Ferrata, tra Varmo e Morsano

  • Chiuso un bar per aver violato le norme anti Covid, clienti arrabbiati coi carabinieri

  • Arriva l'esercito a presidiare il confine sui valichi minori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento