Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Daniele del Friuli

Nuovi atti vandalici sui manifesti Arcigay, rovinati a San Daniele

L'associazione guidata da Giacomo Deperu è soddisfatta dell'efficacia della campagna, nonostante le polemiche. Sulla pubblicità a favore della omogenitorialità è scomparsa la scritta "No mai". Deperu risponde: "Arrendetevi, abbiamo già vinto noi!"

La campagna manifesti di Arcigay Friuli e Arcilesbica Udine per la giornata internazionale contro l’omofobia di quest’anno si conclude con un resoconto positivo. Moltissimi manifesti sono ancora esposti, intatti, in tutta la loro forza comunicativa, nelle grandi città delle province di Udine e Pordenone, così come nelle più piccole frazioni, davanti alle scuole o vicini alle chiese, “a parlare a tutti – dichiarano le associazioni lgbt locali –  di civiltà e diritti”.

Tuttavia è stato segnalato un altro atto vandalico, questa volta a San Daniele del Friuli, dove qualcuno ha girato la città per assicurarsi che il suo “NO MAI” fosse chiaro ed evidente su alcuni gruppi di manifesti in via Rive e via Sopracastello.

“É il segno di una resistenza mentale dura a morire – dichiara Giacomo Deperu, presidente Arcigay Friuli –. Una resistenza mentale che vogliamo far emergere per contrastarla alla luce del sole. Ma a questi irriducibili diciamo: arrendetevi, abbiamo già vinto noi! E con noi, tutta la società civile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi atti vandalici sui manifesti Arcigay, rovinati a San Daniele

UdineToday è in caricamento