Niccolò è atterrato in Italia: cominciata la quarantena dello studente del Sello

Il 17enne di Grado, studente del Sello di Udine, è atterrato alle 7.40 di questa mattina a Roma: è stato trasferito in ospedale a bordo di una barella speciale protetta da un involucro

L'arrivo di Niccolò e il trasferimento sulla speciale barella protetta. Foto Ansa

È atterrato intorno alle 7.40 l'aereo che ha riportato in Italia Niccolò, lo studente 17enne di Grado, unico italiano rimasto a Wuhan dopo l'allarme sul coronavirus. Il giovane si trovava in Cina per uno scambio di Intercultura organizzato dalla sua scuola, il liceo artistico Sello di Udine.

Il rientro

Il vertice dell'Unità di Crisi della Farnesina ha comunicato che il controllo delle autorità cinesi su Niccolò è stato superato. Niccolò è dunque salito a bordo di un aereo speciale adibito al trasporto sanitario, dotato di attrezzature particolari e con a bordo personale medico dell'Esercito e dell'Aeronautica militare. Una volta in Italia, Niccolò dovrebbe trascorrere il periodo di quarantena allo Spallanzani di Roma. Quel che è certo è che la sua famiglia, l'intera Grado così come i suoi compagni di classe lo attendono trepidanti. 

Il viaggio

Niccolò ha volato all'interno di una struttura di "alto biocontenimento". Una volta sceso dall'aereo è salito su un'ambulanza per ulteriori controlli prima del suo trasferimento allo Spallanzani per la quarantena tramite una barella speciale protetta da un involucro di Pvc che permette l'osservazione e il trattamento del paziente in isolamento con filtri che impediscono il passaggio di particelle potenzialmente infette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento