menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attenzione alla truffa del gas: falsi tecnici in azione in Friuli Venezia Giulia

Lo segnala Adiconsum, mettendo in guardia cittadini e consumatori: si presentano a casa proponendo un nuovo dispositivo per segnalare eventuali fughe a prezzi esorbitanti

Falsi incaricati del gas in azione. Sono quelli che, dopo un anno di 'silenzio', hanno ripreso il proprio 'tour' raggiungendo il Friuli Venezia Giulia. La segnalazione arriva da Adiconsum Cisl Fvg, che racconta il meccanismo della truffa mettendo in guardia i cittadini e i consumatori:

"Sono ricominciati a spuntare manifesti di avviso all’ingresso dei condomini o nelle buche della posta delle abitazioni, nei quali, tra riferimenti alla normativa UNI e all’obbligo di sostituire la canna del gas, viene preannunciata la visita a domicilio da parte dei tecnici, con tanto di tesserini di riconoscimento".

"Al momento della visita - prosegue la nota di Adiconsum Cisl Fvg - l’esimio tecnico si presenta, si dimentica di essere venuto lì per la canna del gas e propone un piccolo dispositivo atto a rilevare le eventuali fughe di gas e capace di risolvere appunto pericoli relativi alle fughe di gas. Girando su Internet si può facilmente verificare che il costo di apparecchi simili si aggira dai 20 ai 70 euro, mentre i tecnici di questa ditta ne propongono uno a circa 250 euro. Nell’ultimo tour in FVG sono riusciti a piazzarne addirittura due nello stesso appartamento. Chiarito il costo esorbitante dell’apparecchio, sulla eventuale utilità niente da dire salvo che al momento della visita, l’installazione del dispositivo è dichiarata 'obbligatoria per legge'. Sul contratto che viene sottoscritto si fa invece dichiarare al compratore di essere consapevole della non obbligatorietà dell’installazione dell’apparecchio rilevatore di fughe di gas".  

Secondo Adiconsum Cisl Fvg, si tratta di "un comportamento scorretto nei confronti del cliente, di solito persona anziana". L'invito è quello di segnalare questi episodi o di rivolgersi alle Forze dell’Ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento