Bob Martin: 2 imprenditori interessati a rilevare, ma serve tempo

Prolungato di un giorno lo sciopero dei dipendenti dell'azienda di Sant'Osvaldo. La decisione è stata votata oggi in assemblea per permettere ai 72 lavoratori di affluire in massa all'incontro con l'Api fissato per lunedì prossimo, dove si chiederà la proroga di un mese

Si è tenuta nel primo pomeriggio di oggi un'assemblea straordinaria dei dipendenti della Bob Martin, in picchettaggio davanti all'azienda da giovedì scorso, ovvero da quando è stata annunciata loro la chiusura definitiva dello stabilimento dal primo ottobre 2017. Alle richieste di moratoria avanzate lunedì scorso dal tavolo organizzato dalla Regione Fvg la proprietà inglese non ha ancora dato una risposta. Il mese di proroga è però necessario per organizzare e valutare al meglio le tre ipotesi in campo ventilate dall'amministrazione regionale e sindacati.

VIDEO: quando moglie e marito lavorano nella stessa azienda

2 imprenditori interessati a rilevare l'azienda

Oltre alla possibilità di una cooperativa fra dipendenti - ipotesi molto remota e difficile vista la grandezza dell'impianto, oltre 60mila metri quadri fra capannoni e campi di terra - il vicepresidente regionale Bolzonello ha annunciato che due imprenditori si sono fatti avanti chiedendo informazioni per valutare un'eventuale acquisizione dell'azienda specializzata nella produzione di mangimi per animali domestici. Bocche cucite sull'argomento, l'unica cosa che è stata dichiarata ufficialmente è che uno dei due impresari è friulano, il secondo di fuori regione.

Fissato un incontro all'Api

Proprio per chiedere una risposta alla proroga avanzata dal tavolo regionale - ancora non pervenuta , è stato fissato un incontro nella sede dell'Api di Udine. Lunedì prossimo, verso le 15, sarà chiesto all'Associazione Piccole Industrie che rappresenta la Bob Martin di accettare la moratoria di un mese. Questo, per permettere ai sindacati, al Comune di Udine e alla Regione di guadagnare più tempo per organizzare e valutare le soluzioni sul tavolo e salvaguardare almeno buona parte dei 72 posti di lavoro. All'unanimità l'assemblea di oggi ha quindi votato che l'agitazione sia prolungata fino a lunedì 25 settembre. Questo, per permettere agli stessi lavoratori coinvolti di affluire in massa sotto la sede di viale Ungheria e fare in modo che la loro voce sia sentita nei piani superiori, dove verrà presa una decisione fondamentale per continuare a sperare. 

La diretta dell'assemblea dei dipendenti della Bob Martin

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento