Rapine seriali in Friuli: fermate due persone nel trevigiano

Si tratta di un latitante friulano, fermato a bordo di una Fiat Croma risultata rubata a Manzano, e di un incensurato residente nella Marca

Il maggiore Roberto Scalabrin

I  presunti rapinatori seriali sono stati arrestati ieri sera a Spresiano, in provincia di Treviso, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Udine Faleschini Barnaba sulla base degli indizi raccolti dal Pm Calligaris. 

Le indagini si riferiscono a due rapine con il taglierino commesse nel mese di febbraio, il 14 in una tabaccheria di Mereto di Tomba e il 21 in un panificio di Ragogna.

I protagonisti sono M. H.,  44 enne udinese, e N. P. veneto classe 1990. Pregiudicato e latitante, ricercato per due ordinanze cautelari e un'esecuzione pena di 1 anno e 8 mesi per evasione il primo, incensurato e gestore di una lavanderia a gettoni in un centro commerciale di Spresiano il secondo.

M. H. è stato fermato a bordo di una Fiat Croma, risultata rubata a Manzano, mentre era diretto a casa di un'amica di Spresiano, dove di recente alloggiava. Nell' auto sono stati trovati un taglierino, dei guanti e un passamontagna, usati per compiere poco prima una rapina alla Cospalat di Valvasone, il cui provento è stato di circa 300 euro. Verrà denunciato anche per questa rapina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento