Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Lignano: in trappola due topi di ombrelloni

In carcere due serbi. Rubavano telefonini, soldi e altri oggetti lasciati incustoditi dai turisti sull'arenile di Biobione e della località balneare friulana

Brillante operazione conclusa quest'oggi da parte dei carabinieri delle stazioni di Lignano Sabbiadoro e di Bibione, conclusa anche con il supporto della Polizia Locale. Dopo diverse denunce e ruberie effettuate sulle spiagge delle due località balneari, gli uomini dell'Arma da alcuni giorni si erano messi sulle tracce di due potenziali sospetti. Agivano in coppia: uno effettuava il furto, il secondo faceva da palo. La refurtiva veniva poi rivenduta e occultata in Serbia. Questa mattina a Lignano, la svolta, con l'arresto in flagranza di reato di due serbi, A. K. di 37 anni e Z. L. di 47, colti sul fatto mentre uno dei due rovistava fra gli oggetti lasciati incustoditi da alcuni bagnanti. 

La dinamica dell'arresto

Alle prime ore del giorno, come da modus operandi, uno dei due è stato sorpreso rubare qualcosa da sotto un ombrellone, nonostante la“supervisione”del compare. Il secondo allora, fingendosi estraneo alla vicenda, ha iniziato ad allontanarsi dalla scena del reato, raggiungendo la sua macchina e fuggendo nella sua abitazione a Bibione. Anche lui, però, era nel mirino dei militari, tenuto sotto controllo da altri agenti di Polizia in borghese che, avvisati dai carabinieri di Lignano, lo hanno pedinato in auto e bloccato sotto casa, dove è stato arrestato con l'accusa di furto. Entrambi sono stati trasferiti in seguito in cella, uno nel carcere di Udine, l'altro in quello di Pordenone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lignano: in trappola due topi di ombrelloni

UdineToday è in caricamento