menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivela ai Carabinieri l'autore di un furto, ma è lui il ladro

Un 50enne udinese, in concorso con altri due uomini, si è reso respinsabile del reato di reicettazione di materiale utensile. A questo reato si aggiunge l'imputazione per calunnia nei confronti di un nigeriano

Sono stati arrestati gli udinesi C.L. di 50 anni, L.L. di 29 e J.L. di 30, accusati di ricettazione di macchine utensili rubate lo scorso mese di ottobre da un cantiere edile di via Campoformido. La refurtiva, del valore di 7000 euro, è stata restituita agli aventi diritto.

Per L.L. si aggiunge l'imputazione per calunnia. Lo stesso aveva infatti rivelato ai Carabinieri che l'autore del furto sarebbe stato F.E., cittadino nigeriano, pensando di procurarsi dei vantaggi processuali a favore della figlia, attualmente in carcere.

L.L. è stato condotto alla casa circondariale di via Spalato, mentre i suoi complici sono stati sottoposti all'obbligo di firma.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, in Fvg 267 nuovi contagi e 12 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento