Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Ancora ai domiciliari la responsabile delle cucine nel caso mense scolastiche

Il giudice ha rigettato la richiesta di attenuazione della misura cautelare per la 45enne referente d'area della società Ep

Katty Bandiera, 45enne di Oderzo, è finita agli arresti domiciliari nell'ambito dell'indagine sulla ditta Ep di Napoli, che deteneva l'appalto per le mense scolastiche di Udine e altri comuni friulani. La donna ha risposto, qualche giorno fa, alle domande del gip dichiarando: “Io ero una semplice dipendente, pensavo che quelle cose fossero fatte per risparmiare sui costi, ma che non fossero illeciti penali”. A distanza di qualche giorno, il gip Matteo Carlisi ha rigettato la richiesta di attenuazione della misura dei domiciliari avanzata dalla stessa addetta alla gestione mense di Ep il tramite il suo avvocato, Barnaba Battistella, che presenterà istanza per una revisione della misura cautelare. 

La donna è indagata per l'ipotesi di reato di concorso in frode nelle pubbliche forniture dei pasti nelle scuole primarie di Udine e di altri comuni friulani (Varmo, Trivignano, Arta Terme, Rive d'Arcano) e in Veneto.

Ai domiciliari restano anche Massimo Vaccariello, 57enne di Volla, capo della divisione Food service, l'altro direttore d'area, Agostino Cascone, 33 anni, di Sant'Antonio Abate (Napoli) e Pasquale Esposito, 73 anni, di Napoli, fondatore di Ep Spa. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora ai domiciliari la responsabile delle cucine nel caso mense scolastiche

UdineToday è in caricamento