Condannato per il ruolo di passeur, arrestato in Ungheria dopo sei anni

Rintracciato nel suo paese d'origine un 43enne magiaro. Aveva introdotto cinque clandestini asiatici passando dalla frontiera di Tarvisio

Condannato dal tribunale di Udine a una pena di tre anni, 10 mesi e 12 giorni per il suo ruolo di passeur - favorì l'ingresso di cinque clandestini asiatici il 10 ottobre del 2013 alla barriera di Tarvisio - aveva fatto perdere le sue tracce. Si tratta del 43enne ungherese Attila Toth.

L'arresto

Nella serata del 30 maggio la polizia magiara, con il concorso della Direzione centrale della Polizia criminale, lo ha rintracciato nell suo paese d'origine, in seguito al provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Udine. Sono in corso le procedure per l'estradizione a cura del Ministero di Giustizia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

Torna su
UdineToday è in caricamento