Prima le truffe in serie su eBay, poi la latitanza tra Francia e Portogallo: arrestato

I carabinieri del Nucleo investigativo provinciale di Udine hanno rintracciato ad Oporto, nel nord del paese lusitano, un 48enne italiano che deve scontare 9 anni e 6 mesi di carcere

Non dava più tracce di sé dallo scorso mese di gennaio e dal suo punto di vista ne aveva anche le ragioni, visto che avrebbe dovuto scontare una condanna a 9 anni e 6 mesi di reclusione in quanto colpevole del reato di “truffa continuata”. Ieri è stato catturato ad Oporto - in Portogallo - dopo un indagine diretta dal Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica di Udine, dott. Raffaele Tito, e condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di questo Comando Provinciale.

LA CONDOTTA CRIMINOSA. Prima della fuga il 48enne M.M.R. aveva posto in essere condotte finalizzate ad indurre in errore gli acquirenti di svariate tipologie di merce (smartphone, stufe a pellet, consolle per videogiochi, trenini elettrici etc.), che poneva in vendita sul sito internet eBay. I fatti si riferiscono al periodo che va dal 2008 al 2009, e si sono verificati ad Aosta, Poggibonsi (SI), Ravenna, Borghetto Santo Spirito (SV) e Palmanova. Sono state conteggiate complessivamente ben 20 “vittime”. 

I PROTAGONISTI DELL'INDAGINE. Le indagini, caratterizzate da intercettazioni, pedinamenti e perquisizioni di vari soggetti collegati al latitante sono state svolte sotto la direzione dell’Autorità Giudiziaria friulana e con il coordinamento e supporto strategico di Interpol, S.I.R.E.N.E., Ministero dell’Interno, Centro di Cooperazione di Polizia di Modane (Francia) e Ambasciata e Consolato d’Italia a Lisbona. 

ESTRADIZIONE. L’attività sviluppata ininterrottamente per 10 mesi dal Nucleo Investigativo di Udine che si è avvalso della collaborazione del Nucleo Investigativo Carabinieri di Aosta, della Brigata anti crimine della Police Nationale francese di Manosque (F) e dalla struttura Enlace De Vigilancia Aduanera en el CCPA de Castro Marim Ayamonte della Polizia Portoghese, ha consentito di verificare i passaggi di MM.R. nelle località francesi di Nizza e Manosque, nonché di localizzarlo definitivamente ad Oporto, dove è stato arrestato. Verrà quindi estradato in Italia per scontare la pena.

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Parco avventura di Lignano Sabbiadoro: le attività per tutti

I più letti della settimana

  • Lignano, spruzzano spray al peperoncino al concerto

  • Scomparso da giorni un 38enne di Paularo, l'appello disperato della moglie

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Ferma il treno in corsa per chiedere un passaggio, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento