rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Viale Gio Batta Bassi

Ex Dormisch, c'è il progetto: a rilevare l'area sarà la Danieli

L'idea è che sia realizzato un centro scuola per l'Its Malignani con una biblioteca, un'aula magna con centinaia di posti, sale espositive con laboratori e un ristorante

Dopo le polemiche arriva il sereno o, almeno, è quello che tutta Udine si augura. L'area dell'ex Dormisch potrebbe essere recuperata dalla Danieli di Buttrio che questa mattina ha presentato in Comune – in un incontro di fatto riservato – un suo progetto: una sede Its Malignani, sala conferenze, ristorante e percorso pedonale tra la roggia. Queste sono le idee emerse dall'incontro odierno. Insomma, niente supermercato come aveva ipotizzato il primo cittadino Pietro Fontanini, prima che l'intera città insorgesse contro l'idea della giunta.

Le novità

Lo staff composto da progettisti e ingegneri ha proposto diverse idee: a illustrarle a Udinese Tv il vicesindaco, Loris Michelini. «L'ingegner Benedetti è un vulcano di idee e di proposte. Assieme alla dottoressa Perabò (amministratrice unica della Corte Fucine Buttrio ndr) e a un professionista di Venezia, ha presentato un progetto di massima condiviso da tutta la giunta che porterebbe alla valorizzazione sia della parte storica, con Torre Villalta, sia dell'acqua con il passaggio del Ledra, insieme alla riqualificazione con un recupero parziale di quella che era l'industria». Grande entusiasmo nelle parole dell'assessore alla mobilità e ai lavori pubblici, non solo per il progetto, ma anche per lo scampato pericolo di vedere trasformata l'area in una zona commerciale che avrebbe fatto infuriare gli udinesi. 

Il dettaglio

La proposta, dunque, è di «realizzare un centro scuola per l'Its con una qualificazione molto dettagliata per gli studenti. La scuola avrà a supporto un'enorme biblioteca, un'aula magna di 500 posti, sale espositive con laboratori collegati nella parte interna con una bella piazza che farà da raccordo con la parte storica e naturalistica e la parte nuova».

L'idea è quindi di riservare l'area alla formazione degli studenti, rendendola però vivibile anche dal resto dei cittadini, con un centro pedonale e un ristorante interno alla scuola ma «aperto a tutti gli udinesi», continua Michelini ai microfoni di Udinese Tv. I progettisti inoltre «propongono di fare un passaggio sul Ledra, un ponticello che congiunga la parte storica con la piazza e con le altre attività». Per quanto riguarda la viabilità, visto che la zona sarà collegata con una pista ciclabile, «non dovrebbero esserci problemi di varianti perché è prevista la riduzione di oltre un terzo della cubatura esistente». Per quanto riguarda i tempi, non c'è ancora una data di avvio dei lavori ma Michelini si sbilancia prevedendo un anno per il cantiere e meno di tre anni per la conclusione dell'iter. 

Il sindaco

Da parte sua, il sindaco Pietro Fontanini, si affida a Facebook per esprimere la sua soddisfazione. 

Dare vita a una Fabbrica del Sapere in un Campus della Formazione innovativo e proiettato verso il mercato del lavoro, in un contesto urbanistico di pregio che riqualifichi un'intera area che versa, allo stato attuale, in una condizione di abbandono. 
È questo l'obiettivo del progetto presentato questa mattina a Palazzo D’Aronco, realizzato da Danieli per la riqualificazione dell'ex area Dormisch. 
Il piano delinea un'opera di recupero e valorizzazione del quartiere, con una nuova sede per l'Istituto Tecnico Superiore, un Auditorium da 600 persone, una biblioteca, una libreria, un ristorante e spazi per le attività di laboratorio. 
Gli Its, in particolare, costituiscono un segmento dell'istruzione terziaria professionalizzante, nati per contribuire a superare il mismatch tra domanda e offerta del mercato del lavoro. Si tratta di percorsi specifici e altamente specializzati, in ambiti chiave per il tessuto produttivo, con prospettive occupazionali allettanti. 
Il progetto svelato oggi apre interessanti opportunità per i nostri giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Dormisch, c'è il progetto: a rilevare l'area sarà la Danieli

UdineToday è in caricamento