menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La nuova impresa di Araràd Khatchikiàn, da Tarvisio alle origini

Il musher tarvisiano di origine armena vuole arrivare fino al monte che porta il suo nome, tra Turchia, Iran e Armenia, ma per farlo ha bisogno di un sostegno economico. Il suo progetto

Viaggiare da Tarvisio a Do?ubeyaz?t, città situata sull’ Altopiano del Monte Araràt, attraverso i Balcani e la Turchia, e partire da lì per l’ ascensione del monte Araràt, assieme ai suoi cani da slitta ed il suo staff . Questo il progetto di Araràd Khatchikiàn, musher tarvisiano di origine armena. 

Araràd è un attivo promotore del dialogo tra i popoli diversi ed è cosi che nasce in lui l’ idea di realizzare un’ importante impresa sportiva per contribuire a promuovere la comuncazione attraverso le nazioni. Araràd, assieme a sua moglie Monica, dirige l’ associazione sportiva “Scuola Internazionale Mushing” a Fusine. Ha partecipato anche alle più importanti gare e imprese con cani da slitta in Alaska, Canada e tutta Europa.

COME SUPPORTARE L'IMPRESA DI ARARÀD

Per farlo hanno bisogno di 75 mila euro. Perché scegliere di supportare il team di Araràd Khatchikàn ? Significa supportare un sincero impegno di fratellanza e dialogo tra differenti popoli, culture e storia. Araràd è molto apprezzato dai media italiani e internazionali, pronti a seguirlo ancora in questo suo nuovo progetto. Sarà oltrettutto possibile monitorare giorno per giorno l’ intera impresa nel profilo facebook di Araràd e sul sito internet www.ararad.net. L’ ascensione del Monte Araràt con i cani da slitta sarà un’ impresa estrema in totale armonia con gli animali, la natura ed un ambiente incontaminato. Questo progetto fa seguito all’impresa precedente di Araràd e alla realizzazione del libro e documentario “Sulle orme di Balto”, 1200 Km in Alaska.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la Croazia lancia le isole Covid free

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento