Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Musei senza prenotazione nei weekend: da Udine l'appello direttamente al Governo

L'assessore alla cultura del Comune di Udine, Fabrizio Cigolot, ha lanciato l'appello affinché non sia più necessaria la prenotazione per entrare nei musei cittadini nei weekend

Musei aperti, sì ma come. A partire dal 26 aprile 2021, hanno riaperto in zona gialla i luoghi di cultura e dello spettacolo. Le visite alle sedi museali sono disciplinate secondo le modalità indicate nei siti web istituzionali dei singoli istituti ma la novità principale riguarda il fine settimana: riaprono su prenotazione online e telefonica (che deve avvenire almeno un giorno prima) le porte di pinacoteche, musei, parchi archeologici, complessi monumentali e mostre.

A sollevare perplessità su questa decisione è l'assessore alla cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot che, durante la conferenza stampa post Giunta, ha interrotto i lavori per poter lanciare un appello alle più alte istituzioni.

L'appello

«Al momento, per poter accedere alle sedi museali durante i week-endè necessaria la prenotazione. Chiedo alle istituzioni più alte che tolgano questa regola - ha chiosato Cigolot -. Se uno sabato o domenica arriva in Castello, perché ha deciso di passare il pomeriggio a Udine, non è ammissibile che non possa entrare a vedere le esposizioni permanenti o quelle in questo momento visitabili». L'assessore ha così richiesto che venga smaltita la pratica burocratica nei week-end «perché è il momento in cui la città potrebbe riempirsi di turisti ai quali dev'essere permesso di entrare liberamente nei nostri luoghi di cultura», ha concluso Cigolot. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei senza prenotazione nei weekend: da Udine l'appello direttamente al Governo

UdineToday è in caricamento