Cronaca Centro / Piazza XX Settembre

Dagli States al FVG, ecco l'apparecchio acustico che chiama il 112

La protesi gestita dall'intelligenza artificiale traduce in 27 lingue e trascrive in 64 lingue

Immagine d'archivio

E’ appena nata in America ed è già un successo.

La rivoluzionaria protesi acustica è dotata di un sistema di allarme. Nel caso in cui rilevi un movimento troppo brusco della persona, come uno svenimento o un forte urto, invia un allarme al telefono facendo partire una chiamata d’emergenza al numero selezionato e memorizzato sullo smartphone o al 112. Ed è in grado di fornire la geolocalizzazione.

La tecnologia

La grande novità di questo apparecchio è l’utilizzo della tecnologia. La protesi, infatti, si può collegare allo smartphone – invenzione tutta americana – e, attraverso un apposito programma, è in grado di “parlare” traducendo ben 27 lingue e trascrivendone addirittura 64 salvando le trascrizioni in memoria. Chi porta il dispositivo, insomma, sarà in grado di sentire direttamente le parole tradotte in italiano.

Inoltre, è sufficiente collegarlo allo smartphone per attivare il contapassi, il telefono o il cardiofrequenzimetro attraverso la App creata per gestirlo. Permette anche di far sentire i suoni in alta definizione, come la tv in HD, adatto anche ad ascoltare la musica.

Distribuita in esclusiva da Marchesin a Udine (Piazza XX Settembre), la nuova protesi acustica è sbarcata in questi giorni in Friuli Venezia Giulia con l’obiettivo di sfruttare la tecnologia per aiutare le persone più fragili, anziani con problemi di udito e farli sentire “meno soli”, una condizione in cui vivono molte persone che non sono in grado di sentire, una condiziona che porta all’isolamento sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dagli States al FVG, ecco l'apparecchio acustico che chiama il 112

UdineToday è in caricamento