Spaghetteria e zupperia: in centro a Udine nasce un nuovo e originalissimo ristorante

A cimentarsi in questa nuova avventura è Luca Calviello, già titolare della Pepata di Corte: ha rilevato l'ex osteria La Girada per aprire "Il piatto sbeccato"

Luca e la sua compagna, con "Il piatto sbeccato"

I tempi sono quelli che sappiamo, tosti e incerti: ma settembre è considerato da molti il mese della ripartenza, come una seconda primavera dopo un lungo letargo che in questo strano 2020 è stato caratterizzato da un'emergenza sanitaria e sociale senza precedenti. In tanti hanno però deciso di non fermarsi, di non rinunciare ai sogni e così, anche un ristoratore di Udine che per tempo aveva accarezzato l'idea di espandere la sua attività, imbattendosi poi - come tutti noi - nella realtà fatta di lockdown e dubbi.

L'idea

Ma Luca Calviello, titolare della Pepata di Corte, a distanza di quasi 13 anni dall'apertura del ristorante in Corte Savorgnan, ha deciso che i sogni meritano di essere perseguiti,decidendo di aprirne un altro dove fino a pochi mesi fa c'era l'osteria La Girada, in via Generale Baldissera. «Era da un po' di tempo che mi girava in testa l'idea di aprire un nuovo locale e questo di via Baldissera mi intrigava da tempo soprattutto per la posizione un po' fuori dai circuiti classici udinesi. "E che ci vai a fare in quella zona sperduta?" È la domanda più ricorrente che mi fanno. Sarebbe forse stato più facile investire in via Mercatovecchio, ma in fondo anche Corte Savorgnan non era un zona facile di Udine, cosa cambierà in via Baldissera?».

Un nuovo locale

Ecco dunque che Luca prende la decisione: il locale si aprirà! «Sarà che mi affascinano gli angoli nascosti, sarà quel che sarà ma poi capita che la trattativa si sia fermata come si è fermato un po' tutto il mondo e durante questa pausa forzata il pensiero dominante era più quello di lasciar perdere che quello di portare avanti questa folle idea. Ma il mondo ha bisogno di gente pazza, quindi ho pensato di dare contro alla crisi, al Covid e a tutto il resto. Ho pensato che in fondo si vive adesso e non sarà di certo un virus a fermarmi. Ma ho pensato anche che la gente ha bisogno di un ritorno alla normalità, di avere la sensazione di casa anche quando si trova al ristorante».

Ristorante sì, ma di che tipo?

Il locale sarà orientato su zuppe, polpette e spaghetti, «in un momento in cui l'esterofilia culinaria di sushi, burger e BBQ sembra aver raggiunto il suo massimo splendore. E da buoni friulani non mancherà l'osteria con un ospite dietro al banco d'eccezione». A dare una mano a Luca, oltre a 5 dipendenti, ci sarà anche Luca Rizzi, ex gestore di Retrogusto, Zecchini e Osteria dal Barbe. «Vorrei un posto in cui i dipendenti non si sentano solo dipendenti ma che portino qualcosa di sé le proprie esperienze di vita e di lavoro e che si sentano il locale anche un po' proprio. Così com'è anche la Pepata».

Il piatto sbeccato

No, state tranquilli: questo nuovo locale non nascerà a discapito della Pepata di Corte, che continuerà la sua fortunata vita. Da circa metà ottobre, aprirà questa nuova realtà. «Bisognerà pur dargli un nome! Avevo pensato "Casa Pepata", ma meglio di no, non voglio che la gente lo associ alla Pepata, voglio che viva di luce propria. Hai presente quando hai un piatto sbeccato, non sai se buttarlo via o tenerlo e così lo metti un po' in disparte in attesa di non sai nemmeno tu cosa? Ecco siamo tutti un po' così, soprattutto in questo periodo in cui non si sa bene cosa stia succedendo. E siamo tutti un po' sbeccati. Dunque da metà ottobre sarete i benvenuti a "Il piatto sbeccato"!»

La nuova avventura, le vecchie abitudini

Per il momento non sono previsti eventi, ma può essere che in futuro ritornino le serate musicali "soft" «per dare continuità alla Girada di Andrea». Infine, «quando si parte per un'avventura è bello anche perché ci si porta dietro vecchi amici ad esempio lo studio michielizanatta, che 12 anni fa progettò la Pepata e oggi deve affrontare questa nuova sfida decisamente più difficile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ristorante non vuole chiudere e garantisce posti letto a prezzi stracciati

  • Coronavirus, 334 contagi e tre morti: c'è anche una donna di 41 anni

  • Fedriga e l'allarme Dpcm: "Spariranno migliaia di attività economiche"

  • Caffè, brioche, aperitivo e pizza tutto sullo stesso tavolo: la singolare protesta di un ristoratore udinese

  • Coronavirus, oltre 500 contagi in regione, 4 morti a Udine

  • Coronavirus, il dettaglio su contagiati, decessi e dove sono i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento