Cronaca Aiello del Friuli / Viale Vat

A Udine inaugura il più grande negozio in regione di lane e tessili

Giovedì 2 settembre sarà inaugurato in viale Vat il negozio Arcobaleno, della giovane imprenditrice Tatiana de Franceschi

Un'apertura storica: in viale Vat aprirà Arcobleno il più grande negozio di lane e filati tessili della regione. Il primo negozio aperto quindici anni fa, a Feletto Umberto ena piccola superficie in affitto di poco più di sessanta metri quadri, dedicati a lane e merceria ben presto diventata un punto di riferimento per le tante appassionate e i tanti appassionati di lavoro a maglia, uncinetto e ricamo dell’hinterland udinese e non solo. Poi la pandemia ha imposto, nel periodo di lockdown, una attenta riflessione. Da qui, in un periodo storico di grande incertezza la scelta di riaprire in uno spazio proprio, con superfici più ampie e un parcheggio privato. Questo il percorso imprenditoriale di Tatiana de Franceschi, negoziante nonché titolare del negozio Arcobaleno che aprirà giovedì 2 settembre a Udine, nel quartiere di Paderno, in viale Vat 48. 
Una ristrutturazione profonda durata molti mesi che ci ha permesso di ricavare uno spazio commerciale di trecento metri quadrati, completamente rinnovato e di grande impatto scenografico, questo perché - spiega de Franceschi - da sempre avevo un sogno: volevo diventare il più grande e fornito negozio di lane e filati della regione e del Veneto Orientale”.

Un salto di qualità anche nell'offerta di prodotto: “Un negozio di lane medio, generalmente, tratta tre, quattro, al massimo cinque marchi. Ai clienti che faranno visita al nuovo negozio i titolari nostri ne metteranno a disposizione oltre venti". L'imprenditrice sottolinea però anche le difficoltà.“Il periodo storico è quello che è, il settore lane negli ultimi dieci anni ha visto chiudere il 70% dei punti vendita specializzati proprio perché ha pesato il poco rinnovamento e la relativa bassa specializzazione. Con il Covid la tendenza è cambiata e si sono registrati importanti incrementi di vendita, fino a più 70%

Ecosostenibilità

Un esercizio commerciale fondato su una parola, estremamente attuale ai giorni nostri: ecosostenibilità. Infatti nel negozio, unico per ora in regione, non vengono vendute lane trattate con la paraffina nè lane provenienti da quei produttori australiani che praticano ancora la barbara pratica del mulesing sulle pecore di razza merinos. Inoltre l’Arcobaleno sarà l’unico punto vendita in regione a trattare un particolare marchio americano, che per ogni gomitolo di lana venduto, si impegna formalmente con il cliente, a piantare un albero nelle zone colpite dalla deforestazione in Africa. 

Il negozio

A completare l’offerta anche una zona show-room di centocinquanta metri quadrati dedicati alla biancheria per la casa, a prezzi outlet, oltre che ad un servizio di creazione di tendaggi su misura chiavi in mano. I clienti potranno scegliere da un catalogo di oltre mille stoffe. Il negozio è anche sede del Club Friulano Lavoro a Ferri e Ricamo che organizza settimanalmente corsi e momenti di approfondimento per le tecniche del lavoro a maglia, uncinetto, macramè, ricamo e tombolo, usufruendo di una sala dedicata di oltre cinquanta metri quadri. L'ottimismo non manca. Chi chiede a Tatiana e alle sue dipendenti cosa prevede per il futuro la giovane imprenditrice risponde con un gran sorriso: “sto già seguendo il progetto per aprire un secondo negozio”. 

Inaugurazione

All’inaugurazione della nuova attività, giovedì 2 settembre, alle 16 a tagliare il nastro ben augurale sarà il sindaco Piero Fontanini, accompagnato dagli assessori Francesca Laudicina e Maurizio Franz, nonché dai i consiglieri Claudia Basaldella, Carlo Pavan, Mirko Bortolin, Giovanni Marsico e Lorenza Ioan. 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Udine inaugura il più grande negozio in regione di lane e tessili

UdineToday è in caricamento