Cronaca

Muore dopo essere stata spinta a terra in casa di riposo, si indaga per omicidio

A perdere la vita è stata una 90enne, a seguito di una caduta causata da un'altra ospite della struttura. Aperta un'inchiesta da parte della Procura

Una donna di 90 anni, ospite di una residenza per anziani di Udine, è morta in seguito a una caduta. Sarebbe stata spinta da un'altra persona alloggiata nella struttura. Sull'ipotesi, e sulle eventuali responsabilità anche di chi opera nel complesso, sta lavorando la pubblico ministero Barbara Loffredo della Procura della Repubblica del capoluogo friulano. 

De Nicolo

«C'è un'ipotesi di reato per omicidio preterintenzionale – dichiara il procuratore capo Antonio De Nicolo –, ma dobbiamo innanzitutto capire la gravità delle lesioni precedenti alla caduta e poi le condizioni psichiche dell'anziana che ha fatto causato la caduta». Quello che la pm titolare dell'inchiesta dovrà verificare, in sostanza, è trovare il nesso di causalità tra la morte della donna e le lesioni causate dalla caduta, avvenuta cinque giorni prima del decesso. 

Mancata immediatezza

«Dobbiamo capire – precisa De Nicolo – se ci sia stata una spinta volontaria e quindi valutare se l'anziana sia capace di intendere e volere. Il fatto è accaduto più di una settimana fa, poi è seguito da un ricovero ospedaliero – specifica il magistrato – e dopo cinque giorni è sopraggiunta la morte, quindi non c'è stata immediatezza di conseguenze». 

Autopsia

A seguito dell'apertura dell'inchiesta ed è stato disposta l'autopsia, affidata al medico legale Antonello Cirnelli. La data dell'esame dev'essere ancora stabilita. «In questo momento ci sono difficoltà enormi a fare le autopsie, perché la positività da coronavirus rimane anche oltre la morte e, trattandosi di anziani, le prescrizioni mediche sono rigidissime» spiega De Nicolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo essere stata spinta a terra in casa di riposo, si indaga per omicidio

UdineToday è in caricamento