Scivola nel Cornappo, annegato richiedente asilo a Nimis

La tragedia è avvenuta questa mattina intorno alle 10.30. Morto un ragazzo di soli 21 anni

La zona del Cornappo dove è avvenuto il decesso

Tragica fine per un immigrato con permesso di soggiorno del Senegal O. (Nome) M. (Cognome), di 21-22 anni, ospite nell'albergo Centrale di Nimis,. L'uomo poco prime delle 10.30 si era recato assieme a dei coetanei sulle sponde del Torrente Cornappo in comune di Nimis (UD) per cercare un po' di fresco ma è scivolato in un punto in cui l'acqua è fonda perdendo la vita per annegamento. Il senegalese non sapeva nuotare e neppure i suoi compagni che non hanno potuto far nulla per soccorrerlo se non attivare la richiesta di aiuto. 

Il recupero del corpo

Sul luogo della tragedia, per il recupero della salma, sono intervenuti i vigili del fuoco, gli uomini del Nucleo subacquei di Mestre, del soccorso alpino Udine, della Guardia di Finanza e della Protezione Civile locale. Sul posto, oltre ai carabinieri di Nimis, anche i sanitari giunti in ambulanza e con l'elicottero partito dalla base di Campofomido. All'arrivo dei soccorsi era evidente che oramai non c'era più nulla da fare. I Vigili del Fuoco hanno dunque recuperato il corpo dello sfortunato. Spetterà ai militari dell'arma della stazione di Tarcento valutare la dinamica dell'annegamento. Dopo la constatazione di morte del medico del Soccorso Alpino, il corpo è stato trasportato accanto alla strada in attesa del carro funebre, del magistrato e del medico legale per gli accertamenti di rito e per il trasporto all'obitorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

Torna su
UdineToday è in caricamento