Omicidio di Remanzacco: Andrei Talpis condannato all'ergastolo

Il 49enne muratore di origini moldave è stato condannato al carcere a vita a causa dell'omicidio del figlio Ion e del tentato uxoricidio della moglie Elisaveta

La casa dove venne consumato il delitto

Il Gup del tribunale di Udine ha condannato all'ergastolo Andrei Talpis, il muratore 49enne di origini moldave, accusato di omicidio volontario del figlio Ion, di 19 anni, e del tentato uxoricidio, aggravato anche da un contesto di maltrattamenti familiari, della moglie Elisaveta, di 49 anni. Il giudice, Emanuele Lazzaro, ha riconosciuto anche un risarcimento di 400 mila euro alla moglie, costituitasi parte civile con l'avvocato Samantha Zuccato.

La tragedia si era consumata nella notte del 26 novembre 2013 nell'appartamento in cui la famiglia abitava a Remanzacco. Erano le 4.30 del mattino quando l'uomo era rientrato a casa ubriaco e aveva avuto un alterco con la moglie. Il figlio era intervenuto in difesa della madre e aveva cercato di disarmare il padre, che aveva in pugno un lungo coltello da cucina, ma era rimasto colpito mortalmente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • Incidente in A4, sfonda con la cabina del tir il camion che lo precede

Torna su
UdineToday è in caricamento