Cronaca

Anche a Natale a Udine non si dimentica il “concittadino” Giulio Regeni

Travain (Fogolâr Civic - Academie dal Friûl): “Chi spera nell'oblio del caso deve fare i conti con i veri Friulani!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Nemmeno o meglio tanto meno a Natale il Movimento Civico Culturale Alpino-Adriatico “Fogolâr Civic” e del Circolo Universitario Friulano “Academie dal Friûl” tralasciano di ricordare a Udine, capitale del Friuli, la tragedia impunita del ricercatore friulano trucidato in Egitto. Non a caso, a Natale, a 23 mesi esatti dalla scomparsa di Giulio Regeni al Cairo il 25 gennaio 2016.

Di buon mattino, quindi lunedì 25 dicembre 2017, una corona civica di pino, antico simbolo di vigore giovanile e d'immortalità, con un nastro giallo recante la dedica “Fogolâr Civic par Giulio Regeni orgoi dal Friûl 25.1.16 – 25.12.17”, è stata deposta sotto la statua udinese della Giustizia, “come richiamo e bisimo popolari – ha rimarcato il presidente sociale, prof. Alberto Travain – nei confronti di Istituzioni politiche italiane ed europee che sono parse mostrarsi inadeguate in sede di difesa della dignità effettiva del singolo e della nazione”.

Con irriducibile caparbietà, figlia di antica tradizione locale rimontante a gloriose matrici aquileiesi, il 25 di ogni mese, i due sodalizi del Fogolâr Civic e dell'Academie dal Friûl, rinnovano, presso quella colonna, una dedica commemorativa del personaggio affinché cittadinanza ed ospiti del capoluogo del Friuli Storico non dimentichino e siano presidio di rivendicazioni di giustizia. Oltre ad essere ricordato da uno striscione sul Palazzo Pubblico e ai balconi di numerose scuole, sedi sociali e private dimore della città, lo scorso 29 settembre, il valido e probo ricercatore di Fiumicello è stato dichiarato “cittadino ideale di Udine” dall'assemblea civica popolare della Capitale friulana ovvero l'“Arengo”, mentre da tanti mesi oramai la Colonna della Giustizia in Piazza Libertà è divenuto luogo della memoria per il più orgoglioso popolo locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Natale a Udine non si dimentica il “concittadino” Giulio Regeni

UdineToday è in caricamento