menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Sara Zaro e Lucas Grosso

Foto Sara Zaro e Lucas Grosso

Gelicidio, le parole di Antonio Zaro: "Troppi danni, aiutateci"

Ripristinati i collegamenti stradali nel Pian delle Farcadizze, il territorio nel Comune di Faedis. Dopo l'appello su Facebook della figlia Sara, oggi parla Antonio Zaro, che non si piange addosso e si rimbocca le maniche: "Non so quanto tempo ci vorrà per ritornare alla normalità, ma voglio farcela"

La pioggia di questa notte ha ripristinato i collegamenti al Pian delle Farcadizze, in comune di Faedis. Il gelo aveva interrotto le comunicazioni viarie a tal punto che l’agriturismo Zaro di Canebola era rimasto isolato e raggiungibile solo a piedi. 

Sara Zaro, la figlia del titolare della struttura, aveva inviato alcune immagini su Facebook per documentare la difficile situazione. Oggi, l’appello, arriva proprio da suo padre, Antonio Zaro:

“Fortunatamente i collegamenti sono stati ripristinati anche se, per ora, la corrente elettrica ci viene servita tramite il generatore. Purtroppo, però, sarà difficile ricominciare d’accapo: quintali di rami sono sparsi in tutta la zona e il grande recinto per il pascolo degli animali è andato distrutto. Inoltre, ero in attesa del collaudo europeo di un percorso nel bosco: ci sono volute molte energie per realizzarlo e ora ce ne vorranno molte, moltissime per sistemarlo”.

Secondo Zaro, in questo momento è impossibile fare una stima dei danni subiti: “Dalle strutture esterne al cavo del telefono, dalle reti per gli uccelli, alle opere per gli animali: ci sono decine e decine di lavori costruiti negli anni che non si possono ripristinare dall’oggi al domani. E soprattutto ci vogliono mezzi, cioè operai, che hanno un costo elevato”.

Per questo il titolare dell’agriturismo si sta attivando per ottenere un risarcimento: “Nei prossimi giorni farò una richiesta per calamità naturali, sperando però che la burocrazia non interrompa l’iter. È stata una sventura, non me la prendo con nessuno perché il Comune sta facendo quello che può. Ho tanta voglia di ripartire e ridare vita a un agriturismo che finora produceva in casa salumi e formaggi: ma chiedo aiuto, perché – come detto – i costi sono elevati e in inverno saremo costretti a rimanere fermi a causa del clima”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

UdineToday è in caricamento