Mascherine ai sanitari della regione grazie alla Protezione Civile del Fvg

La Protezione Civile del Fvg ha provveduto ad acquistare mascherine professionali per i sanitari della regione. Nel frattempo i posti i terapia intensiva arriveranno a 100

Un plauso alla Protezione civile regionale che ha acquistato molte mascherine professionali per il sistema sanitario che rischiava di rimanerne sprovvisto. Le parole del vicegovernatore con delega alla Salute e alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi sono arrivate nel corso della videoconferenza con i rappresentanti dell'Assemblea dei sindaci dell'Ambito Basso Isontino.

Come ha spiegato il vicegovernatore, secondo i modelli che sono stati sviluppati dagli esperti, la regione è entrata nelle due settimane che segneranno il picco e «rappresenteranno l'entità delle difficoltà che ci troveremo davanti». Riccardi ha anche ricordato come in questo particolare momento, «che richiede compattezza e serietà», non siano produttive le polemiche di carattere politico. «Io stesso - ha detto -, davanti a una situazione in cui il Governo si è trovato impossibilitato ad adempiere alle forniture per la protezione dei sanitari e delle apparecchiature tecnologiche, ho scelto di evitare lo scontro, riconoscendo l'esistenza di criticità dovute al fatto che le aziende italiane hanno abbandonato certe produzioni lasciando di fatto il monopolio per lo più al Far East». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terapie intensive

Affrontando il tema delle terapie intensive, Riccardi ha illustrato le tempistiche dell'ampliamento dei posti arrivati a 75 e destinati a essere 100 nel corso della settimana. Infine, ai sindaci il vicegovernatore ha ribadito la necessità di continuare con le misure di contenimento sociale, in quanto proprio il tempismo dell'Amministrazione regionale nell'averle adottate, oltre alla disciplina dei cittadini nell'osservarle, ha consentito al Friuli Venezia Giulia di essere la regione del Nord nella quale il contagio ha avuto un impatto meno pesante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, una 28 enne finisce in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuove regole da stasera: cosa succede per scuole, bar e ristoranti

  • Un friulano è "fotografo dell'anno" per National Geographic

  • Fedriga: "Misure restrittive proprio per evitare un nuovo lockdown"

  • Bar aperti oltre la mezzanotte, c'è una prima "vittima" delle nuove regole

  • Annullate le sagre, ma a Udine c'è un posto dove poter mangiare castagne con la ribolla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
UdineToday è in caricamento