Accordo della Regione Fvg per i trasporti scolastici: il 7 gennaio si torna sui banchi

Saranno messi a disposizione 120 autobus in più per permettere un minore affollamento degli studenti sulle flotte del trasporto pubblico locale

I ragazzi delle scuole superiori vedono sempre più vicino il loro ritorno in classe dopo oltre due mesi: la Regione Fvg ha trovato un accordo con la TplFvg Scarl, gestore del trasporto pubblico locale, e le imprese di noleggio con conducente. Questo passo è necessario per garantire i servizi aggiuntivi indispensabili alla ripartenza, dal 7 gennaio, dell'attività didattica in presenza. Inizialmente prevista al 75%, l'accordo tra Stato e Regioni prevede che sarà invece al 50% negli istituti superiori.

Quali attività rischiano di non ripartire a gennaio

Mezzi in più

Un passo necessario dell'accordo è stato quello che ha visto protagoniste le imprese di noleggio con conducente: saranno messi a disposizione 120 autobus per l'intera regione, che si aggiungeranno a quelli che sono in gestione della TplFvg. 

A scuola

Non sarà comunque come prima: il rientro a scuola dei ragazzi non sarà né come gli anni scorsi né come ad inizio di questo anno scolastico. Gli studenti saranno in classe al 50%, con un orario diverso, ovvero in due fasce, con una prevista dalle 10 alle 15, e con nuove regole anti assembramento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e spostamenti verso i congiunti fuori regione: cosa succede dal 16 gennaio

  • Verso la zona arancione: cosa cambia in Friuli Venezia Giulia e da quando

  • Il Fvg è arancione: ecco tutte le regole in vigore da domenica 17

  • Coronavirus in Fvg, 20 vittime e 739 ricoveri: numeri drammatici

  • Casa completamente a fuoco in zona Udine Nord

  • La "nuova era" finisce presto, stop alla produzione della birra friulana Dormisch

Torna su
UdineToday è in caricamento