rotate-mobile
Cronaca Lionello 1

Bar, accordo per comportamenti e orari. Notte bianca in via Manin

Entro 15 giorni sarà pronto un documento che metta d'accordo le associazioni di categoria e il Comune, in modo da evitare serate troppo rumorose. Nasce l'idea di controlli davanti ai locali

Tra 15 giorni sarà pronto un accordo tra Comune, associazioni di categoria (Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e Cna) per regolare le serate udinesi. L'idea arriva da un incontro che l'Amministrazione ha organizzato con i diretti interessati. La bozza la stileranno direttamente i commercianti e poi la sottoporranno al Comune. “L'idea è quella di uniformare i comportamenti – ha spiegato il consigliere Alessandro Venanzi – e trovare insieme proposte che permettano agli esercenti di continuare a lavorare e animare la città, un volano per l'economia udinese. Non c'è nessuna ostilità nei confronti dei bar, anzi vogliamo che la città continui a vivere, ma è necessario trovare soluzioni che mettano d'accordo tutti”. Tra gli esempi la chiusura anticipata di Homepage, che dal parco del Cormor si è spostato in città, così come gli aperitivi in piazza San Giacomo che dovranno concludersi entro la mezzanotte.

“La riunione è stata convocata a seguito di un impegno preso quando è stata emessa l'ordinanza – ha continuato Venanzi – e la buona notizia è che la Notte Bianca è salva anche per i locali di via Manin, che il venerdì 13 luglio beneficeranno di una proroga”. I 12 locali compresi tra via Manin, via della Prefettura, via Lovaria e piazzetta Valentinis, infatti, devono chiudere entro la mezzanotte, ancora fino al 18 luglio, come richiesto dall'ordinanza. “Già la prossima settimana organizzeremo un altro incontro – ha aggiunto il consigliere – per andare avanti con la proposta e permettere ai locali di lavorare serenamente durante l'estate e agli udinesi di godersi la città, senza ripercussioni sui residenti”.

Confcommercio, infine, per voce del rappresentante cittadino della Fipe Franco Di Benedetto, ha proposto alcuni vigilanti, steward o come si vogliono chiamare che controllino la situazione all'esterno dei bar, per evitare schiamazzi e comportamenti eccessivi. L'idea è a discrezione e a spese dei singoli bar.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar, accordo per comportamenti e orari. Notte bianca in via Manin

UdineToday è in caricamento