rotate-mobile
Cronaca Rizzi / Via delle Scienze

Uniud troppo formale col professore "no vax", accolto il suo ricorso

Revocata la sospensione dal servizio e riconosciuto il risarcimento economico al docente

Aveva aderito all’appello, firmato da oltre 300 professori in tutta Italia, contro l’introduzione del green pass negli atenei, e aveva fatto discorsi dai contenuti “no vax” ai suoi studenti dell’Università degli studi di Udine. Per questo il 10 febbraio 2022 aveva ricevuto un decreto di sospensione dal servizio dal rettore dell’ateneo friulano, il professor Roberto Pinton. Si tratta del ricercatore V. T., del quale il Tar Friuli Venezia Giulia ha accolto il ricorso amministrativo contro la sospensione e per il risarcimento economico per mancata retribuzione. Le ragioni, secondo i giudici amministrativi, si concretizzano in un eccessivo formalismo dell’istituzione accademica.

Le motivazioni della sentenza

Il Tar ritiene "che l’Università abbia violato il diritto del ricorrente allo svolgimento della propria attività professionale, sospendendolo illegittimamente dal lavoro, pur a fronte di una documentazione sanitaria, inviata in data 7 febbraio 2022, che, se non di per sé idonea alla esenzione (dall’obbligo vaccinale, ndr), avrebbe quantomeno dovuto giustificare ulteriori approfondimenti istruttori".

Troppo formalismo

Secondo il Tar, insomma, l’Università avrebbe "agito con eccessivo formalismo, conducendo un’istruttoria non adeguata all’importanza del provvedimento e al rango degli interessi in gioco, né improntata ai principi di collaborazione e buona fede".

Risarcimento del danno

Il tribunale amministrativo non ha invece riconosciuto "il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale, ossia reputazionale e d’immagine".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uniud troppo formale col professore "no vax", accolto il suo ricorso

UdineToday è in caricamento